2019 09:28 risposta al rapporto Nel 2013 Weizsäcker si è rifiutato di scrivere una recensione sul mio libro „Calculation ERROR“ perché non era competente a farlo.

Blog 13. April 2020

2019 09:28 risposta al rapporto Nel 2013 Weizsäcker si è rifiutato di scrivere una recensione sul mio libro „Calculation ERROR“ perché non era competente a farlo.

Perché? Come ha già ammesso nella smentita recensione di „Calculation ERROR“: incompetenza.

Roland Mösl sabato 6 aprile 2019 09:28

rapporto

rispondere

Nel 2013 Weizsäcker si è rifiutato di scrivere una recensione sul mio libro „Calculation ERROR“ perché non era competente per farlo. Il mio libro parlava del passaggio all’energia rinnovabile e di come può essere promosso ristrutturando il sistema fiscale.

Pagina 1 di 1 “

Un giorno dopo

Lindsey Vonn

Anche Anna Veith ha fatto il suo grande ritorno in Val d’Isere. La donna del Salisburgo ha vinto domenica il secondo SuperG in Francia davanti a Tina Weirather, festeggiando la sua prima vittoria in Coppa del Mondo in due anni e mezzo o dopo una lunga pausa per infortunio. Veith ha subito un grave infortunio al ginocchio durante l’allenamento nell’ottobre 2015 e ha subito due operazioni.

Per la 28enne Veith in assenza di Vonn è stata la 15a vittoria in Coppa del Mondo e la terza nel Super-G, disciplina di cui è campionessa olimpica. Veith ha celebrato la sua ultima vittoria prima di quella come Anna Fenninger il 22 marzo 2015 con lo slalom gigante nella finale di Coppa del Mondo a Meribel e si è assicurata la sua seconda vittoria assoluta in Coppa del Mondo con 22 punti di vantaggio sulla slovena Tina Maze.

La quattro volte vincitrice assoluta Vonn aveva ottenuto la sua prima vittoria in undici mesi in Francia il giorno prima, sempre nel SuperG. Tuttavia, il 34enne americano non è partito domenica per problemi al ginocchio.

Ottima prestazione delle donne austriache

Intorno al clamoroso trionfo di Veith, domenica le donne austriache hanno fatto una prestazione molto forte. Con Veith, la campionessa del mondo Nicole Schmidhofer (8 °), Ramona Siebenhofer (9 °), Stephanie Brunner e Cornelia Hütter (entrambe 12 °) cinque donne ÖSV sono entrate nella top 12.

Solo nella sesta gara dalla sua seconda operazione al ginocchio, Veith si è accorta che il corso dell’ex allenatore dell’ÖSV e ora supervisore di Tina Weirather, Charly Pichler, era stato impostato un po ‚più girevole domenica rispetto al giorno prima. Inoltre l’austriaco, che già guidava con il numero due, ha trovato condizioni ottimali con il bel tempo. Ha dovuto fare la sua traccia, tuttavia, perché Viktoria Rebensburg è caduta male di fronte a lei.

© APA / AFP / Philippe Desmazes

„È andata molto meglio oggi rispetto a sabato. Ho centrato molto bene le curve e, soprattutto, ho centrato molto bene la sezione centrale di svolta“, ha detto con soddisfazione Veith subito dopo la sua corsa.

„È esattamente quello che ho sempre sognato nei momenti difficili“

Quando il suo grande trionfo fu chiaro, le lacrime dell’austriaca non furono più trattenute. „Questo è davvero molto emozionante e difficile da descrivere“, ha confessato Veith a ORF TV. „È esattamente quello che ho sempre sognato nei momenti difficili e il momento giusto per dire grazie a molte persone“, ha detto il nativo di Salisburgo.https://slim4vit.pro/

Hütter costruisce un altro primo posto

Anche domenica Cornelia Hütter sarebbe stata pronta per il podio. La stiriana probabilmente aveva addirittura buttato via la vittoria sabato a causa di un errore di due gol prima della fine, questa volta si è costruita una posizione di vertice con un grave errore nel parziale di mezzo. Nel secondo tempo intermedio, Hütter era solo quattro centesimi dietro Veith.

Hütter ha sottolineato di non provare rabbia, nemmeno a causa del suo errore il giorno prima. „So di essere veloce. Solo che al momento non posso abbatterlo. Adesso è il momento di restare calmi, allenarsi e attaccare di nuovo nel nuovo anno“, ha deciso il 25enne.

“So di essere veloce. Semplicemente non lo abbasso al momento “

Anche Hütter è tornato da un grave infortunio al ginocchio questo inverno ed è ora un collega del marchio di Veith dopo aver cambiato gli sci (capo). Più di recente, con la vittoria in discesa a Lake Louise, aveva anche ottenuto una grande vittoria in rimonta.

L’incidente di sabato in Francia ha quasi catturato l’attenzione. „Ho messo il palo della porta completamente su coscia e ginocchio e ovviamente lo sento“, ha ammesso Hütter. „Ma sarebbe potuto andare molto peggio. L’importante è che il ginocchio sia ancora lì. La pittura nera non fa niente.“

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente.

Altro su questo ▶

NOTIZIE DALLA RETE

Vinci subito auricolari true wireless da JBL! (E-media.at)

Nuovo accesso (yachtrevue.at)

8 motivi per cui è bello essere single (lustaufsleben.at)

Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto.at)

Nella nuova tendenza: Shock-Down: per quanto tempo l’economia può resistere ai blocchi? (Trend.at)

Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at)

E-Scooter a Vienna: tutti i fornitori e prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Il capo della delegazione FPÖ-UE e segretario generale Harald Vilimsky ha aspramente criticato la Commissione UE e il capo delegazione ÖVP Othmar Karas dopo aver avviato una procedura di infrazione contrattuale contro l’Austria per gli assegni familiari. I Verdi accusano il governo federale blu turchese di aver deliberatamente violato il diritto comunitario con l’indicizzazione e di aver preso parte alla campagna elettorale.

„In risposta alle pressioni dell’Fpö, il governo federale austriaco ha deciso di alleggerire l’onere di 1.500 euro all’anno per bambino. Ora la Commissione europea e il miglior candidato dell’ÖVP Othmar Karas vogliono sottrarre questi soldi alle famiglie austriache“, ha detto Vilimsky in una trasmissione venerdì. „Questo approccio non è solo un atto ostile, mostra esattamente cosa succederà agli austriaci se i centralisti dell’UE continueranno ad avere voce in capitolo nell’UE“. Karas è stata „una punta di diamante per la rimozione del bonus famiglia. L’FPÖ, d’altra parte, è il santo patrono delle famiglie austriache“, ha detto Vilimsky.

„L’indicizzazione intenzionale degli assegni familiari, che viola chiaramente il diritto dell’UE, è deliberatamente inserita nella campagna elettorale dell’UE dal governo federale turchese“, ha affermato Monika Vana, vicepresidente del Gruppo Verde al Parlamento europeo. „La reazione insolitamente rapida e chiara della Commissione europea, anche durante una revisione in corso, mostra il netto rifiuto della posizione austriaca. Anche la posizione del Parlamento europeo su questo argomento è chiara“.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente.

Altro su questo ▶

NOTIZIE DALLA RETE

Vinci subito auricolari true wireless da JBL! (E-media.at)

Nuovo accesso (yachtrevue.at)

8 motivi per cui è bello essere single (lustaufsleben.at)

Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto.at)

Nella nuova tendenza: Shock-Down: per quanto tempo l’economia può resistere ai blocchi? (Trend.at)

Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at)

E-Scooter a Vienna: tutti i fornitori e prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Commenti

Registrati

Connettiti con facebook

La carriera di sci alpino di Bode Miller è finita. Il 40enne americano ha dichiarato in un’intervista a „Approfondimenti con Graham Bensinger“ che era molto diffusa sui social network che non avrebbe mai più guidato professionalmente. „Zero, non ci sono possibilità. Non gareggerò mai più in Coppa del Mondo. Ho finito. Ho guidato a lungo e non ne ho più voglia“.

Non sarebbe una buona idea riprovare, alla sua età e con tutte le cose, non si rimetterebbe in forma. Non ha concluso la sua carriera prima perché dopo aver ottenuto i suoi successi voleva far progredire lo sport da solo e apportare modifiche al sistema e all’associazione. Non si trattava solo di vincere le gare in persona.

In una riflessione su se stesso, ha anche ammesso di aver fatto molti errori. „Quello che ho detto, quello che ho fatto, come mi sono comportato.“ Ma anche se creava problemi, all’epoca pensava sempre che fosse giusto. „Quindi è difficile definirlo un errore.“

Miller ha anche detto che mentalmente spesso si trovava a modo suo. Adesso è mentalmente più forte e con la preparazione adeguata è ancora in grado di prendere parte a slalom gigante, discesa libera e superG. È diverso nello slalom perché la vivacità gioca un ruolo più importante.

Nelle ultime due stagioni, Miller era stato anche assente dalle piste di gara perché si era separato dalla sua compagnia di sci Head dopo la Coppa del Mondo di casa 2015 a Beaver Creek. A condizione che non gareggerà su nessun altro sci come Capo della Coppa del Mondo fino al 2017 incluso. Miller era stato coinvolto con Bomber. Le sue azioni legali contro Head non hanno avuto successo.

L’ultima volta che Miller ha segnato in Coppa del Mondo è stato il 15 marzo 2014 nella finale di Lenzerheide come slalom gigante 15. L’ultima gara è stata il Campionato del Mondo Super G il 5 febbraio 2015 a Beaver Creek quando ha subito tagli in una caduta.

Dal momento che non è più apparso nella squadra alpina della US Ski Association per l’inverno di Coppa del Mondo appena iniziato, sembrava giunto il momento dell’ultimo saluto. Il campione olimpico combinato dal 2010, quattro volte campione del mondo, vincitore assoluto della coppa del mondo dal 2005 al 2008 e vincitore di 33 gare di coppa del mondo è ora padre di quattro figli e proprietario di cavalli da corsa. Negli ultimi anni si è cimentato anche nelle gare di sci come co-commentatore televisivo.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente.

Altro su questo ▶

NOTIZIE DALLA RETE

Vinci subito auricolari true wireless da JBL! (E-media.at)

Nuovo accesso (yachtrevue.at)

8 motivi per cui è bello essere single (lustaufsleben.at)

Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto.at)

Nella nuova tendenza: Shock-Down: per quanto tempo l’economia può resistere ai blocchi? (Trend.at)

Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at)

E-Scooter a Vienna: tutti i fornitori e prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Commenti

Registrati

Connettiti con facebook

Sabato i suoi fan hanno ricevuto un’accoglienza entusiastica per il campione olimpico di Super G

Matthias Mayer

dopo essere tornato a casa dal

Olimpiadi invernali

prepara. Migliaia di persone erano venute nella sua comunità natale di Afritz per vedere da vicino il loro eroe. Mayer, già campione olimpico di discesa a Sochi quattro anni fa, ha ricevuto dal governatore Peter Kaiser la Grande Medaglia d’Onore dello Stato della Carinzia.

© APA / Dominik Angerer

Un tendone per circa 1.500 visitatori è stato allestito ad Afritz e c’erano bus navetta per i fan di Radenthein e Treffen nella valle dell’Umgebung. Tra gli ospiti c’erano i due campioni olimpici di discesa libera Fritz Strobl e Franz Klammer, così come l’ex star del downhill e attuale presentatore televisivo Armin Assinger. Lo stesso Mayer era felicissimo del premio anche prima dell’inizio dell’evento: „Significa molto per me che gli Afritzers si diano da fare per rendere possibile una festa così grande“. Negli ultimi giorni, aveva festeggiato meno che preoccuparsi per il livido sul fianco che tornava. Ha subito l’infortunio cadendo nello slalom combinato.

„Significa molto per me che gli Afritzers si diano da fare per rendermi possibile un festival così grande.“

Prima della grande festa c’era un servizio di ringraziamento, durante il quale il pastore Michael Gurtner è uscito come un fan di Mayer: „Durante le gare a volte dormivo, ma la prima cosa al mattino era guardare il risultato. Durante il servizio, mi ha ringraziato Pastore per aver assicurato che „tutto è andato bene“. Mayer aveva „dormito molto bene“ per essere in forma per il festival e per poter bere una birra o due con i suoi fan. Come „VIP“ non si sente come se fosse ha detto all’ORF Carinzia che „sono uno sciatore“. A proposito, non sa ancora dove conserverà la sua medaglia d’oro nel Super G.

© APA

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente.

Altro su questo ▶

NOTIZIE DALLA RETE

Vinci subito auricolari true wireless da JBL! (E-media.at)

Nuovo accesso (yachtrevue.at)

8 motivi per cui è bello essere single (lustaufsleben.at)

Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto.at)

Nella nuova tendenza: Shock-Down: per quanto tempo l’economia può resistere ai blocchi? (Trend.at)

Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at)

E-Scooter a Vienna: tutti i fornitori e prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Anna Veith conclude presto la sua stagione nella Coppa del Mondo di sci alpino. A causa di un’infiammazione cronica del tendine rotuleo del ginocchio sinistro, ha deciso di sottoporsi a un’operazione su consiglio dei suoi medici, annunciata venerdì la campionessa olimpica e due volte vincitrice della Coppa del Mondo. Il suo ginocchio destro è stato colpito dalla sua grave caduta di allenamento nell’ottobre 2015 a Sölden.

„I medici mi hanno consigliato di terminare la stagione e di sottopormi a un’altra operazione“, ha scritto Veith su Facebook. „Questa volta al ginocchio sinistro, dove ho combattuto per molti anni i miei problemi al tendine rotuleo e il dolore mi ha limitato ancora e ancora“. Le gare di Coppa del Mondo di Crans Montana, Corea del Sud e Stati Uniti si svolgeranno senza di loro.

Vuole poter guidare di nuovo „senza questo enorme dolore al ginocchio“. L’ormai imminente intervento, che verrà eseguito martedì da Christian Hoser nella clinica privata di Hochrum, è „l’unico modo“ per farlo. „Sto affrontando questa sfida perché voglio continuare la mia carriera“, ha chiarito il 27enne del Salisburgo.

Storia più lunga

Il dolore al ginocchio sinistro causato da un tendine rotuleo sensibile è apparso per la prima volta alcuni anni fa. Veith, che era conosciuta con il suo nome da nubile Fenninger prima del suo matrimonio nell’aprile 2016, aveva ripetutamente dovuto sottoporsi a trattamenti. Prima dell’inizio della stagione di Coppa del Mondo 2015/16, aveva interrotto l’allenamento sulla neve per due settimane.

„Ha sempre combattuto abbastanza bene“, ha detto Jürgen Kriechbaum, il direttore sportivo delle donne ÖSV. Alla fine, però, i problemi „non sono davvero migliorati“, anzi peggiorano. A causa del dolore costante, è difficile ottenere la quantità di allenamento richiesta.

Nella sua grave caduta nell’ottobre 2015 a Sölden, la sportiva austriaca nel 2013, 2014 e 2015 si è lacerata il legamento crociato anteriore, il legamento interno e il tendine rotuleo del ginocchio destro. A quel tempo c’erano le considerazioni per operare immediatamente il ginocchio sinistro, ma queste furono respinte.

„Lei è assolutamente una combattente“

„La prognosi dei medici era che se hai intenzione di riabilitare lo stesso e devi stare tranquillo, cosa che hanno dovuto fare per un tempo molto, molto lungo, c’è una grande possibilità che il tuo ginocchio sinistro guarisca“, ha detto l’addetta stampa Ursula Hoffmann dell’APA e del Radio ORF Ö3. „Un’operazione al ginocchio, in cui un tendine è infiammato, è sicuramente qualcosa a cui non vuoi necessariamente andare d’accordo come tirare un dente. Ovviamente cerchi di usare tutto in modo conservativo“. Veith è „assolutamente una combattente“ e farà di tutto per mantenere vivo il suo sogno.